Cornwall/England/Photography/Travel

A car-trip in Cornwall

Ovvero la vacanza dei Mumford & Sons a tutto volume in macchina. Ovvero la vacanza del fangirlaggio continuo. Ovvero la vacanza più fortunata della storia. Ecco quindi il simpatico racconto di come io e Giulia, dopo mesi di impaziente attesa e programmi e preparativi, ci siamo finalmente andate a perdere per le (non poi così tanto) verdi lande della Cornovaglia.

Day 1

Dopo una devastante e gelida notte in autobus, il Sabato mattina siamo arrivate a Newquay. Dopo esserci riprese con una sostanziosa colazione (la mia, per lo meno), ci siamo dirette in autobus al minuscolo aereoporto della città, dove, dopo una certa quantità di imprecazioni, siamo riuscite a trovare il simpatico signore che ci avrebbe affittato la macchina.

AeidynAeidyn

La prima giornata è stata interamente dedicata alla scoperta della North Cornwall.
Una volta in possesso della nostra meravigliosa Fiat 500, ci siamo dirette a Tintagel, dove abbiamo pranzato in condizioni di fangirlaggio estremo, presso il King Arthur’s Arms Inn. Poco distante dal centro del paese, si trova il Tintagel Castle, dove, secondo la leggenda, sarebbe nato, appunto, King Arthur. Ciò che rimane del castello sono delle mura in rovina, che spuntano sulla cima di una penisola con una scogliera a picco sull’azzurrissimo Celtic Sea. Un luogo davvero davvero suggestivo. E perfetto per fangirlare.

AeidynAeidynAeidynAeidyn

La seconda tappa della giornata è stata la piccola cittadina di Boscastle: un fiume, una bellissima caffetteria e The Witchcraft Museum, dove siamo state accolte da un’adorabile strega dai lunghi capelli bianchi.

Aeidyn

Ultima tappa della giornata: Carnewas & Bedruthan Steps. Ovvero, come far piangere il vostro cuore per la troppa emozione di trovarvi in cima ad una scogliera al tramonto, con una spiaggia deserta ad attendervi a diverse centinaia di metri sotto di voi.

AeidynAeidynAeidynAeidynAeidynAeidynAeidynAeidyn

Con la tristezza nel cuore, abbiamo salutato i Bedruthan Steps e siamo tornate a Newquay per la notte. Abbiamo pernottato in un labirintico ostello di surfisti: il Mor Lodge.

Day 2

La Domenica mattina, dopo simpatiche avventure con un operatore del Cornwall Council, ci siamo rimesse in macchina alla volta della West Cornwall. Lungo la strada ci siamo fermate in diversi punti. Prima nelle vicinanze di Fisherman’s Cove e poi di Gwithian Beach.

AeidynAeidynAeidyn(E’ con piacere che vi presento la casa dei nostri sogni!)AeidynAeidynAeidynAeidynAeidynAeidynAeidyn

All’ora di pranzo ci siamo fermate nella meravigliosa città di St Ives: stradine acciottolate, lampadine sospese a mezz’aria e un vento che non potete immaginare. E poi un sandwich all’astice da morirci sopra e gamberi (non gatte, proprio gamberi) da pelare.
Proseguendo verso sud, siamo passate per Zennor, fermandoci poi per una sosta al Chun Castle: un castello dell’età del ferro (in pratica, un suggestivo cerchio di massi) costruito in cima ad una collina nel mezzo dell’entroterra della Cornovaglia. Un luogo con una vista incredibile e un vento da congelarti le ossa. E mucche che ti fissano in modo davvero minaccioso.

AeidynAeidynAeidynAeidynAeidynAeidynAeidynAeidynAeidynAeidynAeidyn

Ripreso il viaggio, siamo passate attraverso Botallack, per poi raggiungere Cape Cornwall (St Just), Sennen’s Cove e la meravigliosa Land’s End (il luogo più occidentale di tutta l’Inghilterra).
Verso sera ci siamo dirette verso Penzance, dove ci siamo sistemate per la notte. Noi vi consigliamo vivamente l’ostello (YHA Penzance) sperduto in mezzo al bosco, dove abbiamo avuto la fortuna di dormire. Ostello che può vantare un personale davvero molto interessante. Fidatevi di noi.

Day 3

L’ultima mattina, abbiamo ripreso la nostra amata 500 e ci siamo fermate alla deliziosa cittadina di Mousehole per fare colazione. La prima tappa turistica della giornata è stata il Minack Theatre, un anfiteatro in stile greco, costruito a picco sull’Oceano Atlantico, guardato a vista da una lunga scogliera e dalla spiaggia di Portcurno, sotto di essa.

AeidynAeidynAeidynAeidyn

Infine, siamo tornate verso Penzance, per l’ultima tappa del nostro breve viaggio: St Michael’s Mount. Un’isola collegata alla terraferma da una stradina acciottolata, che scompare con l’arrivo dell’alta marea.

AeidynAeidynAeidyn

Tornate a Newquay, abbiamo restituito la macchina al simpatico signore di poco sopra e, prima di prendere il treno che ci avrebbe riportato a Londra, ci siamo fermate presso il Cafe Irie, una piacevolissima scoperta, indeed.

Ho amato questa vacanza. A parte per l’ovvia ragione della bellezza dei luoghi che ho avuto la fortuna di visitare, soprattutto per la compagnia. La compagnia migliore che potessi desiderare. Quel tipo di compagnia che vorresti avere sempre al tuo fianco, in qualsiasi posto e situazione, in giro per il mondo. Quella compagnia che mette le canzoni giuste al momento giusto, come Hopeless Wanderer proprio nel momento in cui senti il bisogno fisico di ascoltarla. Quella compagnia con la quale il silenzio emozionato di fronte a qualcosa di bello non è affatto imbarazzante, ma anzi, condiviso, capito. Quella compagnia con la quale ti capitano le cose più strane e divertenti che ti fanno ridere, al pensiero, anche a mesi di distanza. Quella compagnia con cui non ti senti mai fuori posto. Quella compagnia che ti sembra di conoscere da una vita, nonostante non sia affatto così. Quindi, se stai leggendo, voglio solo dirti grazie di cuore ♥♥

Un’ultima cosa: se volete vedere delle foto decisamente più belle, che rendano davvero giustizia ai luoghi che abbiamo visitato, vi consiglio di andare sul sito di Giulia.

Se invece siete curiosi di vedere cos’ho combinato in quei giorni con la mia cara Zenit 122, trovate tutto in questo articolo!

Grazie per la cortese attenzione. So che è stato un post lungo e noioso e smielato, ma non potevo fare altro che così. Bye gente!

5 thoughts on “A car-trip in Cornwall

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...